Isola di Ortigia - Siracusa

Isola di Ortigia - Siracusa

L'Isola di Ortigia è la parte più antica della città di Siracusa in Sicilia. Sede di importanti chiese e palazzi, è nota fin dall'antichità per la Fonte Aretusa, un fontana d'aqua dolce, intorno alla quale sono sorte nei secoli storie e mitologie. Ricca di ipogei scavati dai siracusani nei secoli, e utilizzati come rifugi antiaerei, ospita degli affreschi bizantini nell'ipogeo di Piazza Duomo, mentre in quello del quartiere ebraico, la Giudecca, si trova addirittura dell'acqua dolce nonostante si trovi in mezzo al mare.
Sull'isola si trovano palme e ficus e pianta di papiro che cresce spontanea dentro la Fonte Aretusa, detta anche la "fontana delle papere" per questo particolare tipo di fauna che ospita insieme a pesci d'acqua dolce.
Tra le molte architetture religiose di Ortigia, sopratutto cristiano-cattoliche, si segnala il Duomo cittadino con la facciata barocca, che insieme ad altre costruzioni in stile barocco, liberty e rococò la identificano come uno dei più importanti siti di arte monumentale in Italia. Poco rimane delle fortificazioni di epoca spagnola, ma Ortigia ospita numerosi musei tematici dove è possibile ripercorrere le tappe dellsua storia millenaria. Il Museo del mare - Sirmuma, interamente dedicato alla storia marinara di Siracusa e Il Museo Aretuseo dei Pupi, che tutela l'Opera dei Pupi, patrimonio Unesco sono meta di moltissimi visitatori insieme al mercato dove gli abitanti comprano il pesce, piatto base dei siracusani, e che i turisti affollano per gli aspetti folclorici. Accanto ad Ortigia è situata la magnifica costa del Plemmirio.

torna allo Skip Menu