Museo archeologico regionale Paolo Orsi - Siracusa

Museo archeologico regionale Paolo Orsi - Siracusa

Il Museo archeologico regionale Paolo Orsi di Siracusa è uno dei principali musei archeologici d'Europa per la ricchezza di reperti di epoca romana e greca che offre ai suoi visitatori.
Situato all'interno del parco storico di Villa Landolina, è il fulcro del parco monumentale della Neapolis, uno dei quartieri più antichi di Siracusa in età greca e romana, dove si trovano i monumenti più importanti della storia ellenistico romana della cttà: il teatro greco, l'anfiteatro romano e un grandioso altare per i sacrifici pubblici della città: l'ara di Jerone II. Un complesso di monumenti  cui fanno da sfondo le antiche cave di pietra dalle suggestive e amplissime grotte, come quella dell'Orecchio di Dionisio dove si dice che il tiranno di Siracusa spiasse i suoi prigionieri.
Il museo archeologico regionale Paolo Orsi ha un'importante sezione geologica, e vanta un'esposizione unica nel suo genere dedicata alla preistoria e protostoria siciliana, e poi ceramiche di importazione dalla Grecia, gli sportelli scolpiti delle tombe di Castelluccio e dei grandi contenitori di Thapsos e di Pantalica.
Nei locali del Paolo Orsi vi sono inoltre molte testimonianze legate alla colonizzazione greca delle città siciliane di Naxos, Milazzo, Messina, Catania e Megara Hyblaea, da cui provengono alcuni fra i più importanti reperti esposti. Il Museo tuttavia presenta sopratutto la città di Siracusa, dalla fondazione all'età classica e alla storia delle "subcolonie" di Siracusa. Fra i tesori conservati al suo interno va segnalata la "Venus Pudica" nota col nome di Venere Landolina, copia romana di una scultura greca, che ritrae secondo canoni innovativi per l'epoca della sua datazione, la dea Venere al bagno.
All'esterno del Museo Archeologico è possibile visitare il parco, ammirare alcuni reperti di epoca romana e greca e il cimitero acattolico.

ITINERARI CON QUESTO PUNTO D'INTERESSE

torna allo Skip Menu